XXIII Tournoi PACE' (FR) - A.S.D. GERARDIANA BASKET MONZA

Vai ai contenuti

Menu principale:

XXIII Tournoi PACE' (FR)

FAN ZONE > TORNEI > Tournoi PACE' (FR)

INTERNATIONAL BASKET BALL BENJAMIN

27 et 28 MARZO 2007

UNDER13 2007 ('94)

1 CLASSIFICATA  - GERARDIANA MONZA UNDER13 ('94)



Poltava (Ucraina) e Betton (Francia), mettendo in luce un gioco rapido ed incisivo e una difesa impenetrabile, i biancorossi si sono guadagnati da imbattuti l’accesso alla semifinale superando i bretoni di Rennes: 26-20 il risultato finale dopo che per la prima volta i ragazzi si erano trovati a dover rimontare un sia pur minimo svantaggio. Nuovamente una squadra bretone per i monzesi nella semifinale, la forte equipe di Landernau, dagli addetti ai lavori locali ritenuta la più autorevole candidata al successo finale. La partita non tradiva le aspettative: dura, intensa, giocata punto a punto dal primo all’ultimo minuto, con la Gerardiana che acquisito un minimo vantaggio, resisteva autorevolmente ai disperati tentativi di rimonta dei francesi chiudendo l’incontro sul 29 a 27. Ancora un ostacolo, l’ultimo, sulla via della vittoria finale: la squadra di Amman (Giordania), ma anche il peso di una grande stanchezza ad attanagliare i muscoli dei ragazzi alla sesta partita in due giorni, la quarta dal mattino, una in più degli avversari che avevano in precedenza superato  una meno impegnativa semifinale battendo i greci dell’Aris Glyfadas. Dopo un iniziale vantaggio dei monzesi, i giordani sfruttavano la loro relativa maggior freschezza per rimontare e costruire un vantaggio di ben cinque punti, annullato con grande sforzo a ridosso dell’intervallo: 14-14. Al ritorno in campo, con grandissima intensità, nonostante le energie ridotte al minimo, la Gerardiana riesce poco a poco a scavare un solco di 6/7 punti e a difenderlo senza mai un cedimento fino al 33 – 26 finale. Al suono della sirena esplode la gioia di tutta la squadra, unita in un grande abbraccio collettivo al centro del campo a festeggiare una grande vittoria ottenuta dapprima con il bel gioco poi con il cuore. A dare ancora più valore a questo successo la squadra si aggiudica anche il trofeo come miglior difesa del torneo riconoscimento dell'ottimo lavoro svolto da tutto lo staff tecnico: Luigi Beghetti, Lorenzo Biassoni e Danilo Fumagalli.


U.S.Gerardiana Basket Monza - UNDER13 '94: Matteo Nava, Fabrizio Sesana, Riccardo Mazzanti, GiaLuca Tommasello, Andrea Pizzo,  Mattia Fumagalli, Alessandro Caimi, Tommaso Biassoni, Nicolò Airaghi, Daniele Frigerio.

……20 ore di bus (senza tavolino per giocare a scopone, briscola e tre sette), appollaiati su sedili stretti e scomodi, poche soste sotto lo sguardo vigile di Monsieur Landi che come un maratoneta vuole rispettare  tempi di marcia, vociare di “mocciosi” dalla resistenza infinita, invidia per il Pizzo dormiente, soste all’autogrill per improbabili panini alle prugne, vento freddo e strade ghiacciate e una domanda in testa per tutto il viaggio (“dove avrà trovato gli stimoli Monsieur Landi per venire 10 anni di fila, o Gigi per essere venuto già da 6 anni, il tutto per giocarsi 4 partite da 20 minuti senza tempo effettivo?)…

…poi arrivi a Pacè ed un vento da finisterrae ti accoglie, spazza via le nubi ed i pensieri e la stanchezza.


Poi le partite, l’emozione dei ragazzi, di quelli che lottano per portare almeno un foglio rosa a casa e  non ce la fanno e di quelli che lottano per vincere ed alzano la coppa in cielo, american sandwich a pranzo, ostriche col vino, vermi marini da sgusciare con piccoli uncini, gelati nouvelle cousine, passeggiate notturne in una Rennes deserta, crepe di grano saraceno, organizzazione perfetta e gentilezza dalle famiglie francesi, una tromba prestata e il tifo gemello con la Forti e Liberi, con un pensiero però alle vittorie contemporanee degli scoiattoli rossi e bianchi sui cugini.

uno di quelli che giocano poco, mentre in lunetta aspetta i suoi tiri liberi…


maggior confidenza, i posti in ultima fila come nelle gite di ragazzi, chiacchierata tranquilla con l’allenatore, che ha barattato una possibile vittoria con la prima squadra per guidare la seconda ad una sconfitta onorevole, con l’addetto stampa già al lavoro sul suo PC, con l’imbattuto novello Cincinnato (e il suo fido deleghè) che tornerà ad arare i suoi medicei campi dopo questa grande vittoria. E ti fermi a pensare alla fortuna che hai di poter tornare ancora il prossimo anno a Pacè (con i ragazzi del ’95) magari con un tavolino nel bus (per giocare a scopone, briscola e tresette) e la saga di guerre stellari da guardare.........

Tabellini e Commenti

GERARDIANA 1 – PRAGUE 2 (rep. Ceca) 39 - 13

GERARDIANA 1 : Mazzanti: 2; Sesana: 4; Fumagalli: 2;  Frigerio: 8; Airaghi: 4; Pizzo: 11; Tomasello: 2 Nava; Biassoni: 4; Caimi: 2. Allenatore: Lorenzo Biassoni

GERARDIANA 1 – POLTAVA (Ucraina) 44 - 4


GERARDIANA 1 : Mazzanti: 4; Sesana: 6; Fumagalli;  Frigerio: 2;  Airaghi: 4;    Pizzo: 4; Tomasello: 2;  Nava;  Biassoni: 11; Caimi: 11. Allenatore: Lorenzo Biassoni

GERARDIANA 1 – BETTON (Francia) 23 - 9

GERARDIANA 1 : Mazzanti: 6; Sesana: 4; Fumagalli;  Frigerio;  Airaghi: 2;   Pizzo: 7; Tomasello;  Nava;  Biassoni: 4; Caimi. Allenatore: Lorenzo Biassoni

GERARDIANA 1 – RENNES VIEUX COURS (Francia) 26 - 20


GERARDIANA 1 : Mazzanti: 6; Sesana; Fumagalli;  Frigerio: 2;  Airaghi: 4;   Pizzo: 6; Tomasello;  Nava;  Biassoni: 6; Caimi: 2. Allenatore: Lorenzo Biassoni

Semifinale: GERARDIANA 1 - LANDERNAU (Francia) 29 - 27

GERARDIANA 1 : Mazzanti: 8; Sesana; Fumagalli;  Frigerio;  Airaghi: 1;   Pizzo: 9; Tomasello;  Nava;  Biassoni: 6; Caimi: 5. Allenatore: Lorenzo Biassoni

Finale: GERARDIANA 1 – AMMAN (Giordania) 33 - 26

GERARDIANA 1 : Mazzanti: 14; Sesana: 6; Fumagalli;  Frigerio;  Airaghi;   Pizzo; Tomasello;  Nava: 1;  Biassoni: 3; Caimi: 9. Allenatore: Lorenzo Biassoni

I PROTAGONISTI

MAZZANTI: decisivo nella finale con quattro canestri consecutivi nel momento più importante e delicato, ha disputato un torneo in continuo crescendo, aggiungendo punti ad un già importante bottino di rimbalzi e stoppate.

SESANA: giocatore in continuo miglioramento, ha sbagliato pochissimo dando un gran contributo a rimbalzo e nei recuperi difensivi, facendo valere positivamente la sua fisicità,  pur limitato in alcune partite da problemi di falli.

FRIGERIO: preciso, ordinato, mai un’incertezza, sicuro nella gestione della palla anche nei momenti più caldi, ha dato sicurezza e tranquillità a tutta la squadra.

AIRAGHI: non al meglio della condizione fisica, addirittura febbricitante in semifinale e finale, ha giocato sempre con grande sicurezza e intelligenza mettendo mattoni importanti per la costruzione del successo finale in ogni fase di gioco.

PIZZO: autentico trascinatore, dalle sue mani sono partiti tutti gli allunghi decisivi: punti, palle rubate, rimbalzi, passaggi. Allo stremo delle forze in finale ha saggiamente giocato per la squadra, innescando con intelligenza le conclusioni dei compagni.

BIASSONI: instancabile e inesauribile, non si è quasi mai seduto in panchina, sempre chiamato a difendere sull’avversario più veloce e pericoloso è stato anche capace di chiudere su qualunque giocatore sfuggisse ai compagni. Clamorosa una stoppata in recupero su un avversario lanciato a canestro in campo aperto. Ha anche segnato tanto, in contropiede e in penetrazione.

CAIMI: altrettanto inesauribile, nelle giornate più importanti della sua breve carriera cestistica ha alzato nettamente il livello del suo gioco, unendo al  grande atletismo una maturità caratteriale notevole. Suoi i canestri che hanno rotto il ghiaccio nei primi minuti della finale, quando tutti sembravano attanagliati dall’emozione, e suoi anche i due punti che hanno reso vano l’ultimo tentativo di rimonta dei giordani.

FUMAGALLI, TOMASELLO, NAVA: pochi ma importanti minuti in campo per dare respiro ai compagni, hanno tenuto sempre alto il livello del gioco, sfruttando positivamente ogni occasione e, soprattutto nella finale,  hanno saputo dare un contributo prezioso alla squadra. A loro un grande e particolare grazie per quanto fatto sul campo e per l’entusiasmo, la determinazione e la passione trasmessa ai compagni dalla panchina.

GERARDIANA 2 – ARIS (Grecia) 17 - 22   

GERARDIANA 2 : Menaferreiras: 2; Pastarini: 1; Abbondati;  Rosa: 2; Marino; Zucchiati; Di Benedetto: 5; Vono: 5; Intini; Oggioni: 2. Allenatore: Gigi Behetti

GERARDIANA 2 – CHARTRES (Francia) 16 - 29

GERARDIANA 2 : Menaferreiras; Pastarini; Abbondati: 4;  Rosa; Marino; Zucchiati; Di Benedetto: 6; Vono: 4; Intini: 2; Oggioni. Allenatore: Gigi Beghetti

GERARDIANA 2 – MORDELLES (Francia) 13 - 29

GERARDIANA 2 : Menaferreiras: 1; Pastarini: 2; Abbondati;  Rosa; Marino; Zucchiati; Di Benedetto: 2; Vono: 4; Intini: 2; Oggioni: 2. Allenatore: Gigi Beghetti

GERARDIANA 2 – R (Polonia) 12 - 20

GERARDIANA 2 : Menaferreiras; Pastarini: 4; Abbondati;  Rosa; Marino; Zucchiati; Di Benedetto: 6; Vono: 2; Intini; Oggioni. Allenatore: Gigi Beghetti

I PROTAGONISTI

MENAFERREIRAS, PASTARINI, ABBONDATI, ROSA, MARINO, ZUCCHIATI, DI BENEDETTO, VONO, INTINI, OGGIONI: E’ stato bello esserci per tutti, al di là di come poi siano finite le partite. L’obbiettivo era di portare un foglio rosa a casa, ma purtroppo non l’abbiamo raggiunto. Non siamo però stati travolti da nessuno, spesso alla fine del primo tempo ci siamo trovati spalla a spalla con l’avversario. Sarebbe servita un po’ di grinta in più e di attenzione in difesa. In questo tipo di partite, sui 20 minuti continui, anche pochi punti di distanza diventano incolmabili. L’allenatore ha gestito la panchina al meglio, riuscendo a dare spazio a tutti i giocatori. Alcuni di loro, i ’95, ci riproveranno l’anno prossimo, ricchi dell’esperienza maturata quest’anno. Li aspetta un compito difficile, confermare la vittoria per il terzo anno consecutivo e portare a casa la coppa definitiva. Scenderanno in campi certi dell’appoggio dei compagni con cui hanno vissuto l’esperienza di quest’anno.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu